#CEgusto, è Caserta la regina d’inverno del cibo di strada.

#CEgusto, è Caserta la regina d’inverno del cibo di strada.

Ancora una volta è il centro della città in fermento, siamo sul Corso Trieste, che ha ospitato la seconda edizione “winter” del Food Fest, dopo quella del dicembre 2016, tra food truck insoliti e degustazioni gastronomiche di prodotti anche provenienti da varie parti d’Italia, incoronando una delle città più belle del mondo che annovera, oltre alla Reggia, un variegato patrimonio architettonico ed artistico degno di una località che va necessariamente valorizzata.

Indescrivibile la fiumana di migliaia di persone che sono confluite nel capoluogo di Terra di Lavoro per queste bellissime serate, segnate dalla presenza anche di rinomate realtà casertane già riconosciute nel mondo del food di strada, tra quei locali notoriamente localizzati nel bel centro storico a ridosso dell’area borbonica del Palazzo Reale.

Ecco dunque, l’incursione on truck per raccontare il Rudolph in preparazione, con lo staff di Public House e  Ornella Buzzone, affiancata in street-union da Daniel Romito Ianotta che ha rappresentato con la sua presenza  Anima Mia ristorante a Caserta, presentandoci questa specialità composta da straccetti di maiale e crema di papaccelle, pecorino, maio e insalata, che ha confermato le aspettative degli appassionati sul Corso Trieste.

#CEgusto. Dal 7 al 10 dicembre, un festival ideato dall’Associazione Zero Zero Live, una quattro giorni che ha visto realizzate tantissime proposte culinarie da giovani promettenti provenienti da tutta la penisola e chef locali con il tema principale il Bufalo e i suoi derivati come la mozzarella, che rappresenta al meglio il nostro territorio dell’antica Terra di Lavoro, altamente vocato all’agricoltura con noti prodotti di qualità.


Street food itinerante lungo il Corso principale, quindi, arricchito dalla presenza di birrifici artigianali, produttori di vino, proposte che spaziano dal dolce al salato, da realtà esclusive arrivate a bordo di caratteristici “Truck”, i furgoncini vintage che hanno appassionato i presenti con la loro insolita livrea, poi spazio a spettacoli di musica, artistici e di folklore che hanno animato il centro di Caserta, tra migliaia di visitatori che sono accorsi anche da lontano.

Food Truck – Verdevasinicola Eboli – con la pizza a libretto

Nel novero del Food Fest in corso a Caserta appare doveroso plaudire all’arte del pizzaiolo napoletano, che fino a non molti anni fa era considerato tra i mestieri più trascurati e che oggi è patrimonio dell’Umanità, sancito con il riconoscimento dall’UNESCO proprio nei giorni scorsi.

Un Festival unico, che ha rappresentato un forte momento di aggregazione unito alla cultura enogastronomica e alla valorizzazione di giovani artisti dello spettacolo, della musica e non solo.

Live nell’area show cooking con i giovani chef casertani

Anche la presentazione nell’area show cooking ha contribuito alla manifestazione con piatti realizzati da giovani chef del posto, poi le degustazioni FISAR a completare il programma, che mira ad un progetto futuro esclusivamente made in Caserta, un format itinerante unico, “Le vie del Gusto”, che ci auguriamo avvenga quanto prima e nel contesto delle migliori occasioni per accrescere la qualità delle prospettive di una città che non merita di essere socialmente classificata in basso, ma sicuramente tra quelle in crescita e con tanta voglia di avviare attraverso i giovani il processo del cambiamento indispensabile.

STIMALTI – tra i numerosi  produttori della birra artigianale presenti alla manifestazione Cegusto

I produttori di vino presenti a CEgusto – Le Terre di Giù con la Cantina ad Alvignano nell’Alto Casertano

Quattro giorni in cui i protagonisti speciali sono stati i food truck migliori del territorio, tutti selezionati secondo rigidi parametri di gourmet, design e qualità, al fine di realizzare questa bella kermesse di street food nel Corso Trieste a Caserta, animando contestualmente il bel centro storico che caratterizza i vicoli a ridosso della Reggia Borbonica con locali notoriamente vocati all’alta gastronomia e alla cucina giovane, che sta trascinando la città dei fasti borbonici e della Reggia verso nuovi orizzonti.

Tanti i foodtruck, che hanno contribuito a rendere meraviglioso questo evento.

Immancabili i prodotti per veri golosi anche dalla Sicilia

Ho avuto l’occasione di dare il mio contributo alla manifestazione, così la nostra città anche quest’anno si è vestita di “buono” con il CE gusto – Streat Fest.

Ben venga la prossima.

Franco D’Amico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.