Osteria del Baccalà. Alchimie per l’estate da Antonio Ruggiero

L’olio aperitivo, il fil di ferro e tante altre invenzioni nel tempo dell’Osteria del Baccalà di Vairano Scalo, che sono correlate esclusivamente alle preparazioni con il principe della tavola, il baccalà, quei sapori sospesi che deliziano e accontentano anche i palati più esigenti, per tutta l’estate, magari sorseggiando un ottimo spumante.

Osteria del Baccalà carpaccio di mussillo e scarola

Fresca l’estate in Osteria con il carpaccio di mussillo e la scarola, il classico “fil di ferro” con la pasta esclusiva Vesuvio trafilata in bronzo nel laboratorio sidicino, l’olio EVO alta qualità con i migliori blend assemblati anche per l’olio aperitivo.

Osteria del Baccalà il fil di ferro

Osteria del Baccalà pasta artigianale laboratorio Vesuvio Teano

Oppure baccalà con taccole, nonchè un’escursione in rosso con l’assaggio di una prelibatezza unica nel suo genere, la lingua di baccalà al pomodoro, per i puristi. Basta così per ora.

Osteria del Baccalà baccalà con taccole

Osteria del Baccalà lingua di baccalà con pomodoro ristretto

Ma dal cilindro il prof. Antonio Ruggiero estrae una chicca assoluta con l’abbinamento alle sue pietanze di uno spumante classico dell’Oltrepò, così troviamo nel calice un prodotto unico con l’etichetta “CRUDOO” della storica Cantina Giorgi di Canneto Pavese,  blend tipico di Pinot Nero 80% – Chardonnay 20%. Questo è un prodotto naturale, che non subisce alcun trattamento d’illimpidimento, non viene filtrato, al fine di preservare intatte tutte le caratteristiche organolettiche e salutari del vino.

Osteria del Baccalà Crudoo Oltrepò Pavese

Una bottiglia denominata Crudoo, uno spumante quindi affinato con tecnica particolare, ideata dal Maestro Beppe Vessicchio “MUSICA ARMONICO-NATURALE”, per un miglioramento naturale del vino mediante la diffusione di musica classica specifica creando un giusto equilibrio, come è stato illustrato durante la recente visita del Maestro Vessicchio all’Osteria del Baccalà da Antonio Ruggiero.

 

Un brindisi per una buona estate

 

Franco D’Amico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.